Le parole che usiamo parlando, scrivendo, online

Come cambiano i linguaggi che usiamo per esprimerci? Come mutano le nostre parole e i nostri modi di dire a seconda delle circostanze, degli strumenti utilizzati, delle nostre relazioni? Pensiamo al vago senso di preoccupazione che oggi accompagna, in un’epoca di pandemia, un termine altrimenti ben accolto e ben usato come la parola “positivo”.

L’incontro è un’occasione per riflettere su questi temi tenendo conto dei vari ambienti comunicativi, offline e online, in cui quotidianamente ci muoviamo, e delle diverse forme di linguaggio in cui siamo immersi (ad esempio: il linguaggio della politica, quello della pubblicità, il linguaggio della confidenza, quello degli esperti, ecc.). Sono approfonditi anche usi e abusi delle parole che usiamo (le parole inappropriate, l’attenzione per il linguaggio di genere, lo hate speech). Il tutto nella consapevolezza che meglio sappiamo esprimerci, meglio siamo in grado di abitare il nostro mondo. Intervengono: Adriano Fabris, Professore di Filosofia morale (moderatore); Roberta Bracciale, Professoressa di Sociologia dei media; Fabrizio Franceschini, professore di Linguistica Italiana; Veronica Neri – Professoressa di Etica della comunicazione pubblicitaria.

Guarda il video